La Nocciola del Piemonte IGP, prodotto di antica tradizione, per la sua unicità data dal gusto incomparabile, il sapore finissimo e persistente e la polpa croccante, e per le sue caratteristiche organolettiche è stata riconosciuta la migliore al mondo!

La varietà di nocciola piemontese è la Tonda Gentile, prodotta nelle province di Cuneo, Asti e Alessandria, in un’area compresa tra le colline delle Langhe, del Roero e del Monferrato.

Le nocciole del Piemonte vengono raccoltate tempestivamente dal suolo tra agosto e settembre, quando a completa maturazione si staccano spontaneamente e cadono, ma viene commercializzata tutto l’anno, in guscio, sgusciata, tostate, semilavorato o finito, trasformato in granella, farina, olio di nocciole o pastificate in creme spalmabili. Grandi quantità sono destinate all’industria dolciaria, in gelateria e pasticceria.

La “Tonda Gentile Trilobata Nocciola del Piemonte” è stata riconosciuta con l’indicazione Geografica Protetta con decreto ministeriale nel dicembre del 1993, considerandone “le caratteristiche qualitative particolari e di pregio”. La denominazione I.G.P. garantisce agli utilizzatori ed ai consumatori la qualità e l’autenticità del prodotto. Questa nocciola differisce da tutte le altre per le sue caratteristiche strutturali, presenta infatti un guscio molto più duro e completamente saturo che consente una buona resa anche dopo la sgusciatura; è apprezzata dall’industria dolciaria per la sua forma sferoidale, la buona conservabilità, l’elevata pelabilità e per il suo favoloso aroma dopo la tostatura.

La Tonda Gentile trova la sua massima espressione nell’incontro con il cioccolato e ha contribuito a determinare la fortuna dell’industria dolciaria italiana, di storici cioccolatai e marchi affermati nel mondo, come la Ferrero di Alba. L’utilizzo della nocciola esalta le specialità tipiche legate al territorio; tra i cioccolati di alto pregio segnaliamo il gianduia, da cui il Gianduiotto, o Giandujot, nato in Piemonte nel 1806 e primo cioccolatino incartato (1865).

Caretteristiche alimentari.

La nocciola ha un contenuto significativo di aminoacidi essenziali e un elevato tenore in Tocoferoli, tra cui la vitamina E e fornisce perciò un notevole apporto di agenti antiossidanti che rallentano l’invecchiamento dei tessuti; è inoltre un’importante fonte di energia in quanto ricca in lipidi, con un apporto calorico pari a 700 Kcal per 100g di nocciole secche. Una curiosità: le nocciole, grazie all’acido oleico (la frazione lipidica è costituita per oltre il 40% da acidi grassi monoinsaturi) aiutano a mantenere il cosiddetto “Colesterolo cattivo” a livelli bassi nel sangue e di innalzare invece quelli del “Colesterolo buono”, che costituisce un’importante difesa delle patologie vascolari con effetti positivi sulla salute umana. In particolare la Nocciola Piemonte si distingue per l’elevata qualità dalle altre varietà per l’alto contenuto in olio (circa il 70%), in grado di soddisfare le esigenze del consumatore attento agli aspetti nutrizionali e salutistici dei prodotti alimentari.